[capitalespettacolo] Homepage Contatti
LA FONDAZIONE
Storia e attivitą
Organi istituzionali
Finalitą
Sede
Trasparenza
UMBERTO ARTIOLI
Biografia
Bibliografia
In ricordo
Materiali
L'ARLECCHINO D'ORO
Presentazione
Edizioni
IL PROGETTO HERLA
Obiettivo
Ambito d'indagine
Fasi del progetto
Gruppo di lavoro
Fonti
Stato dei lavori
L'ARCHIVIO
Presentazione
Istruzioni
Consultazione
LE ATTIVITA'
News
Convegni
Pubblicazioni
Teatrinsieme
Link
 
NEWS
 21.03.2014 - I GIOVANI E LA COMMEDIA DELL'ARTE - SERATA DI GALA
 14.02.2014 - CONTINUA IL PROGETTO SHAKESPEARE
VENERDì 28 FEBBRAIO ore 18.00

CONFERENZA AD INGRESSO LIBERO


Sala degli Stemmi - Palazzo Soardi
Via Frattini 60 - Mantova

"AMLETO O L'ANGOSCIA DELL'ESISTERE"
a cura del Prof. Ennio Mortara






VENERDì 28 FEBBRAIO ore 21.00      TEATRO BIBIENA

SHAKESPEARIANA    di e con Giorgio Albertazzi

Da William Shakespeare e Duke Ellington





Il progetto è quello di un viaggio nello Shakespeare che ho frequentato e più amato, una specie
di antologia fra i personaggi shakespeariani che hanno dato scansione, ritmo e senso alla mia vita
Comincerei con un personaggio che è uno fra i pochissimi che non ho portato in scena nella sua
completezza, cioè Otello, il Moro di Venezia, ingenuo e grandioso, un vecchio-bambino: non mi ha
mai pienamente convinto. Questo volta vorrei provare ad assaggiarlo: nero, sì, ma bianco dentro.
Partiamo da Otello, poi Cesare (una “Suite”) e Marcantonio, poi Riccardo III e infine l’idea teatrale
più sconvolgente, Amleto, che mi porto addosso da sempre, con il quale non ho mai chiuso i conti,
nemmeno quando nel 1964 (l’anno shakespeariano) trionfò con la regia di Zeffirelli a Londra, al
National Theater diretto da Lawrence Olivier.

Si chiude con Amleto. Cos’altro ancora? Il racconto del "mio Shakespeare" da "Troilo e Cressida"
con Visconti al "Romeo e Giulietta" con Anna Proclemer, che alla fine non si fece.
Forse un sonetto, un sonetto d’amore. E cos’altro è la vita se non amore trovato e perduto?
 29.01.2014 - CONCORSO "I GIOVANI E LA COMMEDIA DELL'ARTE" III Edizione

BANDO DI CONCORSO

“I GIOVANI E LA COMMEDIA DELL’ARTE”              

III EDIZIONE

La Fondazione “U. Artioli” Mantova Capitale Europea dello Spettacolo con il contributo del Comune di Mantova, organizza la terza edizione del concorso “I giovani e la commedia dell’arte”, all’interno della stagione “Mantova Teatro 2013/2014”.

Il progetto nasce dall’esigenza della Fondazione di intraprendere un percorso di riscoperta e promozione presso il grande pubblico della spettacolarità del teatro rinascimentale e in particolar modo della Commedia dell’Arte, nell’ottica di ottemperare alle linee culturali e programmatiche per cui la Fondazione stessa è nata e per cui continua a svolgere una continua attività di ricerca e catalogazione di materiale storico inerente il teatro patrocinato dai Gonzaga nel periodo 1480‐1630.

Scarica il regolamento e la scheda di iscrizione
Scarica file >>

 24.01.2014 - HAMLET di Nicholas Hynter con Rory Kinnear

Si chiude MARTEDI’ 28 GENNAIO  il ciclo di collegamenti satellitari col National Theatre di Londra che hanno portato a Mantova il meglio del teatro del West End londinese.

Martedì 28 alle ore 20:00 sarà in scena HAMLET di William Shakespeare, spettacolo proposto in collaborazione con il Cinema Teatro Ariston di Mantova nell’ambito della rassegna dedicata a Shakespeare.

Spettacolo interamente in lingua originale con i sottotitoli in italiano.

 20.12.2013 - EXAMLETO di W.Shakespeare con Roberto Herlitzka

Uno spettacolo maturo, consapevole e ironico che vede Herlitzka unico protagonista di un monologo fedele al testo shakespeariano nelle parole, ma non nella struttura. L’attore-Amleto smonta infatti le battute della tragedia per mischiarle e ricomporle, riproponendo al pubblico solo le frasi del principe danese ed escludendo quelle degli altri protagonisti dell’opera.

 

Regista e attore della messinscena, Roberto Herlitzka fu invitato a inaugurare il ciclo “Incontri con Amleto” al Teatro della Villa di Walter Pagliaro. Egli stesso ammette d’essersi presentato “per poter dire d'aver detto in scena almeno una volta le battute di Amleto. Mi sono illuso che esse bastassero ad evocare tutti i personaggi, l'intera vicenda e forse qualcos'altro ancora. E che quel qualcos'altro fosse il tempo, che, non essendo morto giovane neppure da Amleto in scena, ho avuto più di lui per ripensare il suo destino, e il mio; di ricordarli, soffrirli, meditarli, riderne, di recitarli insomma; come un attore che ha passato il tempo di dover fingere d'essere Amleto”.

 

Ruggero Cappuccio, che dal 2001 ha deciso di inserire ExAmleto tra le produzioni di Teatro Segreto, definisce il lavoro di riscrittura scenica di Herlitzka come “un’esplorazione del più grande sentimento teatrale che le scene mondiali conoscano: la solitudine. Herlitzka-Amleto è solo davanti a se stesso come attore, mentre nello specchio rappresentativo in cui si riflette la morte e il teatro adescano la disperazione di dire, dire ancora prima che tutto il resto sia silenzio. Amleto è solo, i suoi interlocutori restano invisibili fisicamente per materializzarsi nella voce e nel corpo di Herlitzka. Le anime di Amleto sono infinite, almeno quante sono le anime del capolavoro di Shakespeare”.

 24.11.2013 - MUSICI ALLA CORTE DEI GONZAGA
La serata, allestita in collaborazione con la Soprintendenza per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico di Mantova, si svolgerà nella straordinaria cornice della Sala dei Fiumi, adiacente allo spettacolare Giardino Pensile del Duca Guglielmo, che fu lui stesso un elegante compositore. In effetti la casata dei Gonzaga era conosciuta in tutto il mondo per la raffinata competenza in campo musicale e nel corso della sua storia secolare si avvalse della collaborazione di grandissimi maestri, quali Claudio Monteverdi e Pierluigi da Palestrina.
Il 24 novembre dunque si cercherà di far rivivere questa squisita e incomparabile temperie, proponendo un appassionante gala di musica barocca, i cui interpreti, giovani cantanti di talento selezionati da un’apposita commissione, presenteranno arie dei più rinomati autori di questa floridissima stagione della musica europea.


Saverio Martinelli – clavicembalo
Marco Zante – violoncello

Avellino Gian Marco (tenore)

Angelo Goffredi (tenore)
Carlo Andrea Masciadri (Basso)

Beatrice Palumbo (soprano)
Kachi Sanae (soprano)
Alessandra Caruccio (mezzosoprano)
Francesca Biliotti (mezzosoprano)
 


  [ mappa | guida al sito ] Internet partner: Omega-Net [www.omeganet.it] [ capitalespettacolo ]  
x Questo sito web utilizza i cookie. Maggiori informazioni sui cookie sono disponibili a questo link. Continuando ad utilizzare questo sito si acconsente all'utilizzo dei cookie durante la navigazione.