[capitalespettacolo] Homepage Contatti
LA FONDAZIONE
Storia e attivitą
Organi istituzionali
Finalitą
Sede
Trasparenza
UMBERTO ARTIOLI
Biografia
Bibliografia
In ricordo
Materiali
L'ARLECCHINO D'ORO
Presentazione
Edizioni
IL PROGETTO HERLA
Obiettivo
Ambito d'indagine
Fasi del progetto
Gruppo di lavoro
Fonti
Stato dei lavori
L'ARCHIVIO
Presentazione
Istruzioni
Consultazione
LE ATTIVITA'
News
Convegni
Pubblicazioni
Teatrinsieme
Link
 
NEWS
 23.02.2020 - CALL OFF PER OPEN FESTIVAL
Il FESTIVAL OPEN teatro urbano e nouveau cirque – Terza Edizione 2020 invita gli artisti
e i performer a inviare le proprie candidature per la SEZIONE OFF. Gli artisti selezionati
animeranno il festival a Mantova, venerdì 5, sabato 6 e domenica 7 giugno 2020 tra Palazzo Te,
i suoi spazi verdi e il centro cittadino.

Scarica il bando �� http://bit.ly/2C0D5y1 e invia la tua candidatura per Mantova!
 21.02.2020 - Serata di Gala "I GIOVANI E LA COMMEDIA DELL'ARTE"
Il prestigioso palco del Teatro Bibiena ospiterà la serata di gala I giovani e la Commedia dell'Arte,
durante la quale giovani artisti, provenienti da diverse realtà teatrali e accademiche, si esibiranno
in performance applaudite dal pubblico non pagante, e valutate da una commissione artistica
presieduta dal Maestro Enrico Bonavera. I primi tre classificati si esibiranno nuovamente a
Mantova nel contesto di Open Festival 2020.
 20.02.2020 - GIULIO ROMANO E GLI ESORDI DELLA COMMEDIA DELL'ARTE (1524-1568)
In sinergia con l’Archivio Herla, di cui si festeggiano vent’anni di attività,
il Convegno intende approfondire un periodo cronologico che comprende gli anni
passati da Giulio Romano a Mantova fino alla sua morte e i primi decenni in cui
si attesta in modo professionale la Commedia dell’Arte. Il progetto si inserisce nel
contesto di un anno dedicato al genio giuliesco, al fine di ricordare colui che fu
capace di rinnovare completamente Mantova, trasformandola in un gioiello del Manierismo.
Per indagare appieno la variegata natura di tali momenti rappresentativi, i relatori chiamati
a offrire il loro contributo sono stati scelti tra vari ambiti di ricerca, dalle discipline dello
spettacolo, alla musica, l’arte, l’architettura, la letteratura, la storia. I filoni tematici presi
in esame nelle giornate del Convegno si concentreranno sull’attività di Giulio Romano in
quanto apparatore di spettacoli o eventi festivi e creatore di oggetti artistici; sull’attività di
artisti di vario tipo all’interno di eventi festivi organizzati a Mantova dai Gonzaga o in aree
geografiche di presenza dei rami cadetti della famiglia; sulle prime attività spettacolari di
comici professionisti; sulle fonti shakespeariane legate a Mantova e alla Commedia dell’Arte.
Le due giornate di studi al Teatro Bibiena si concluderanno con la presentazione di alcuni
volumi in Biblioteca Teresiana e con la serata di gala I Giovani e la Commedia dell’Arte.
 
 27.01.2020 - CALL COMMEDIA DELL'ARTE
Torna la Commedia dell'Arte a Mantova! Via alla Call per giovani attori e allievi di Accademie
e Scuole di Teatro!
Invia la tua candidatura, potrai partecipare anche ad OPEN Festival Mantova 
Scarica il bando �� http://bit.ly/35TdC7o

È possibile consultare l’indice dei volumi proposti in bibliografia
a questo link �� http://bit.ly/2D01Yv3

 27.01.2020 - MANUALE DI VOLO PER UOMO
«Sorprenditi di nuovo perché Antonio sa volare». Queste parole cantava Simone Cristicchi anni fa,
dando voce alle emozioni di un uomo con problemi psichiatrici. E le sorprese non finiscono:
il cantautore romano continua a stupire il pubblico, indagando le incognite dell’animo umano con
nuova invenzione drammaturgica. Una favola metropolitana ricca di emozioni, musica e poesia,
immersa in uno spazio bianco e accecante in cui il protagonista si muove apparentemente senza
scopo. Lo stesso Cristicchi interpreta un quarantenne con un problema privo di risoluzione:
qualunque cosa guardi, dal fiore di tarassaco cresciuto sull’asfalto, ai grandi palazzi di periferia,
per lui tutto è stupefacente, affascinante, meraviglioso. Per molti è un ritardato da compatire e
rinchiudere, per alcuni un genio. Sicuramente è un essere umano fuori dal comune e nel suo
linguaggio “volare” significa non sentirsi soli, avere il coraggio di buttarsi nella vita, mantenendo
intatto lo spirito più infantile e autentico. Lo spettacolo si configura così come una mappatura
geografica dell’anima, alla ricerca di un luogo dove essere sé stessi non sia un limite, ma un
arricchimento per tutti.
 04.12.2019 - Skianto
«È arrivata l ora per me di skiantarmi addosso alla vita, cadere di faccia contro le
contraddizioni, fare un frontale con la tenerezza, spaccarmi il naso contro il pugno
di ogni pregiudizio, cadere piatto sull acqua gelida di quel mare di sogni sporchi».
Così Filippo Timi commenta il suo monologo, una favola amara, ma non malinconica
in un dialetto umbro che ne amplifica la forza. Un testo spiazzante che mescola rabbia
e dolore ad una esilarante ironia pop, che farà emozionare lo spettatore sulle note di
successi targati anni 90, in una galas sia di luci proiettate sulla scenografia come polvere
di stelle. Il protagonista è un bambino diversamente abile che porta in scena in un
susseguirsi di sketch frenetici e colorati, tutti i suoi desideri impossibili: fare il ballerino,
diventare un cantante, semplicemente amare. Ma il suo unico palco sono le mura della
piccola stanza, che si trasformano nel suo mondo, strappato con fatica al reale, dove
possono trovare spazio sogni sempre folli, ma in fin dei conti irrealizzabili.
  [ mappa | guida al sito ] Internet partner: Omega-Net [www.omeganet.it] [ capitalespettacolo ]  
x Questo sito web utilizza i cookie. Maggiori informazioni sui cookie sono disponibili a questo link. Continuando ad utilizzare questo sito si acconsente all'utilizzo dei cookie durante la navigazione.